Banca dati CSV

Banca Dati CSV Rovigo

Progetto finanziato

La fragilità come risorsa

Codice:PR13FOR815
Tipologia progetto:Progetti di formazione
Settore intervento:Socio-sanitario
Associazione:ASSOCIAZIONE SOLIDARIETA' DELTA
Referente:Maria Isabella Tognon
Anno:2013
Anno avvio:2014
Anno conclusione:2014
Durata:2
Scadenza prevista:2014-12-10
Bando:Seconda scadenza
Volontari coinvolti:5
Utenti finali:26
Costo preventivato:1.660,00 EURO
Costo ammesso:1.000,00 EURO
Finanziamento richiesto:1.000,00 EURO
Percentuale finanziamento:0.00 %
Finanziamento concesso:1.000,00 EURO
Finanziamento spettante:998,64 EURO
Prima rata:500,00 EURO
Data prima rata:2014-03-11
Data liquidazione:2014-05-29
Finanziamento totale:998,64 EURO
Costo totale consuntivo:1.657,75 EURO
Percentuale finanziamento consuntivo:0.00 %
Residui:0,00 EURO

Obiettivi:
Il corso di formazione nasce per capovolgere il pensiero comune che vede nella fragilità un segno di infelicità e di insuccesso. Obiettivi specifici: -Mettersi in un atteggiamento di ascolto per comprendere le richieste di aiuto anche quando sono male o per nulla espresse o mascherate da fattori ambientali o sociali; -Mettere al centro la persona e la promozione della dignità umana; -Diffondere la cultura del volontariato sociale come occasione per conoscere e valorizzare se stessi e mezzo per supportare le persone con fragilità.

Descrizione:
Contenuti del corso: -Ascolto. Migliorare il processo di relazione d'aiuto significa sempre ed innanzitutto migliorare il processo di relazione interpersonale tra l'aiutato e l'aiutante; -La Persona. Il problema non appartiene all'aiutante. Le soluzioni non devono venire dal soggetto e innestarsi sui suoi schemi di riferimento. La relazione d'aiuto non si esercita sul problema ma sui residui di competenza della persona; -Accoglienza, con i suoi rischi. Confronto, che è atteggiamento di contrapposizione non alla persona, ma ad aspetti di comportamento, di modalità di pensare e di agire.

Risultati:
Risultati raggiunti: -Per i corsisti: maggiore conoscenza di sè e conseguente miglioramento dell'autostima . Desiderio di sperimentarsi nel rapporto con gli altri; -Per le Associazioni coinvolte: affiatamento e desiderio di costruire percorsi comuni; -Per la comunità di riferimento: crescita di stima e di fiducia verso il volontariato.

Elementi di innovazione:
Elemento di innovazione è che Solidarietà Delta ha messo in atto una strategia nuova con l’Associazione Luce sul Mare presentando due progetti, perfettamente integrati. Solidarietà Delta si è fatta carico del costo economico di una lezione così da permettere ai corsisti di usufruire di un corso di formazione completo secondo lo standard abituale. A seguito del Social Day 2013 è nato il progetto “Due comunità si incontrano: Scuola e Volontariato” che vede, fra i partner, la Scuola IPSIA di Porto Tolle. All'interno della scuola è nato il Social Group formato da un gruppo di alunni trasversale alle classi. Questi alunni si sono dati l’obiettivo di tenere i contatti fra scuola e associazionismo nonché fare esperienze di volontariato per la qualcosa la proposta formativa è stata estesa anche a loro dal momento che uno degli obiettivi del progetto è il reclutamento di nuovi volontari.

Monitoraggio:
-Valutazione in itinere da parte degli organizzatori in rapporto alle presenze e alla continuità dei corsisti; -Valutazione dei nuovi contatti e soprattutto il numero di nuovi volontari; -Il calendario del corso è stato diviso in due parti: i due richiami, a distanza di un mese l’uno dall'altro, hanno dato conferma dell’efficacia del corso; -E' stato somministrato il questionario di gradimento fornito dal CSV dal quale sono state raccolte la qualità della formazione ricevuta e i bisogni formativi futuri.
Report generato il 16/09/2019 alle ore 01:59:17 dalla banca dati di CSV Rovigo