Banca dati CSV

Banca Dati CSV Rovigo

Progetto finanziato

CENTRO DIURNO 2012

Codice:PR11SER717
Tipologia progetto:Progetti a sostegno delle attività e dei servizi
Settore intervento:Assistenza alla persona
Associazione:ASSOCIAZIONE SOLIDARIETA' DELTA
Referente:M. ISABELLA MARANGONI TOGNON
Anno:2011
Anno avvio:2012
Anno conclusione:2012
Durata:12
Scadenza prevista:2012-12-15
Bando:Seconda scadenza
Volontari coinvolti:6
Utenti finali:20
Costo preventivato:4.185,32 EURO
Costo ammesso:4.185,32 EURO
Finanziamento richiesto:3.235,32 EURO
Percentuale finanziamento:77.30 %
Finanziamento concesso:3.235,32 EURO
Finanziamento spettante:3.235,32 EURO
Prima rata:1.617,66 EURO
Data prima rata:2011-01-27
Data liquidazione:2012-12-11
Finanziamento totale:0,00 EURO
Costo totale consuntivo:4.353,74 EURO
Percentuale finanziamento consuntivo:0.00 %
Residui:0,00 EURO

Obiettivi:
-Essere educati attraverso il lavoro e, quindi, non percepirsi solo come assistiti ma come protagonisti del proprio cambiamento. (ospiti della comunità terapeutica) -Socializzare e imparare dagli altri riprendendo un’azione costruttiva per sé e inseribile nel contesto sociale. (ospiti, soci e nuovi volontari della comunità terapeutica) -Riscoprire le proprie origini, le tradizioni e le specificità del territorio in cui si vive valorizzandone le risorse e inventando nuovi percorsi produttivi. (ospiti, soci e nuovi volontari della comunità terapeutica) -Valorizzare le abilità di giovani del territorio allo scopo di sperimentare la sfida di mettersi in gioco donando non solo il proprio tempo ma soprattutto la propria persona.

Descrizione:
- Individuazione, allestimento e messa in uso del laboratorio con il coinvolgimento di gruppi giovanili. - Selezione delle foto del delta del Po e stampa nel formato desiderato chiedendo l’aiuto di giovani esperti in computer. - Realizzazione di quadretti in legno. - Inserimento degli ospiti della comunità terapeutica

Risultati:
- Questa prima fase interesserà i volontari di Solidarietà Delta e delle altre Associazioni coinvolte. - Le foto sono state scattate durante uscite organizzate; la selezione verrà fatta con l’educatrice. - La realizzazione del manufatto avvenuta per fasi chiare e tempi prefissati. - E' stato educativo rispettare le varie tappe maturando un processo di autostima fino al raggiungimento del prodotto finito. - Scoperta delle proprie origini e tradizioni

Elementi di innovazione:
Il progetto ha lo scopo di proporre alle persone in difficoltà accolte nella comunità e/o incontrate nella relazione di aiuto di svolgere un percorso che consenta loro di rimettersi in azione. Attraverso “il lavoro manuale” le persone vengono introdotte ed appassionate in lavori ritenuti adeguati e meglio rispondenti alle loro abilità e capacità. Un progetto con AGESCI

Monitoraggio:
Il progetto vede volontari impegnati da anni di conoscenza e collaborazione impegnati per un obiettivo comune: la valorizzazione ed il benessere delle persone a rischio di emarginazione. - I destinatari dell’attività di laboratorio si confronteranno settimanalmente (un’ora circa) con la supervisione delle educatrici e dei volontari. Sarà tenuto un foglio presenze. - Mensilmente ci sarà una incontro con il direttore della comunità, le educatrici, i volontari e la responsabile del progetto per verificare, assieme all’andamento terapeutico-educativo, il numero dei volontari e degli utenti coinvolti.
Report generato il 16/09/2019 alle ore 01:57:25 dalla banca dati di CSV Rovigo