Banca dati CSV

Banca Dati CSV Rovigo

Progetto finanziato

GENITORIALITA' ATTIVA NEL VOLONTARIATO

Codice:PR10NDF696
Tipologia progetto:Non definito
Settore intervento:Istruzione / educazione
Associazione:ASSOCIAZIONE ITALIANA GENITORI ROVIGO
Referente:Gino Furini
Anno:2010
Anno avvio:2011
Anno conclusione:2012
Durata:12
Scadenza prevista:2012-03-30
Bando:
Volontari coinvolti:10
Utenti finali:170
Costo preventivato:13.600,00 EURO
Costo ammesso:13.600,00 EURO
Finanziamento richiesto:10.880,00 EURO
Percentuale finanziamento:125.00 %
Finanziamento concesso:13.600,00 EURO
Finanziamento spettante:10.880,00 EURO
Prima rata:5.440,00 EURO
Data prima rata:2011-04-12
Data liquidazione:2012-05-31
Finanziamento totale:5.440,00 EURO
Costo totale consuntivo:14.163,10 EURO
Percentuale finanziamento consuntivo:0.00 %
Residui:5.440,00 EURO

Obiettivi:
1.Aumentare la conoscenza e la capillarità delle informazioni tra le varie AGe locali. 2.Aumentare il numero delle AGe locali affinchè siano valido punto di riferimento per molti genitori in difficoltà. 3.Potenziare il ruolo genitoriale attraverso il supporto di iniziative di formazione. 4.Informazione e Formazione dei Genitori in difficoltà con alunni svantaggiati 5.Promuovere percorsi di impegno e processi di cittadinanza attiva con gli studenti e i loro Genitori partendo dal loro saper fare. 6.Favorire l'allargamento della rete attraverso la responsabilità e la collaborazione con altre Agenzie e Associazioni presenti sul territorio.

Descrizione:
Dai colloqui con i numeroso volontari iscritti all’Associazione sono emerse numerose difficoltà di tipo sociale, familiare ed economico. Molte di queste difficoltà si ripercuotono all’interno della famiglia specialmente nella gestione dell’educazione dei figli e sul versante scolastico. Il progetto ha inteso fornire un aiuto concreto alle famiglie più bisognose, a rischio di povertà ed emarginazione o laddove fossero presenti situazioni di handicap, per fornire supporto sul piano scolastico e formativo. Nel periodo da settembre 2011 a maggio 2012 sono stati realizzati: corsi di formazione per genitori, associati e non, su tematiche genitoriali, adolescenziali con particolare riguardo ai problemi di integrazione e/o handicap presso gli Istituti Comprensivi di Ariano nel Polesine, Badia Polesine, Canaro; Fiesso/Castelgugliemo, Lendinara, Villamarzana; corsi sul metodo di studio a Fiesso Umbertiano e Castelguglielmo in collaborazione con il Collegio docenti e genitori ; corsi di orientamento scolastico nelle scuole di Canaro, S. Maria Maddalena/Occhiobello, Stienta, Ficarolo, Polesella , Fratta Polesine, Costa di Rovigo; attività di integrazione e sostegno scolastico a studenti in difficoltà stranieri e italiani, in collaborazione con le famiglie, presso gli Istituti Comprensivi di Rovigo 1 e Rovigo , in collaborazione con l’Associazione Barbujani e la Parrocchia S. Maria delle Rose, e presso la Scuola Speciale di Rivà di Ariano nel Polesine con l’intervento di mediatori culturali.

Risultati:
Estensione delle aree di intervento del Polesine grazie al progetto di rete. La partecipazione dei genitori agli incontri è stata più che soddisfacente sia dal punto di vista quantitativo (mediamente minimo 25 famiglie ad incontro)sia dal punto di vista del gradimento espresso per le tematiche trattate e per la competenza dei formatori. Anche la partecipazione delle attività per i ragazzi è stata apprezzata e partecipata. Positiva e proficua è stata la collaborazione con alcune associazioni per l’attuazione delle attività. Il coinvolgimento degli istituti scolastici, istituzioni e diverse associazioni di varie zone provinciali ha permesso da una parte di dare continuità ad azioni intraprese negli anni precedenti e dall’altra di fornire idee e professionalità, promuovere una partecipazione attiva con strumenti nuovi . Riteniamo che il principale risultato raggiunto dal progetto di rete sia la nascita di ben nuovi 5 gruppi A.Ge locali arrivando a contare complessivamente 9 A.Ge.operanti sul territorio: Rovigo San Pio x, Rovigo S. Bortlo,Granzette, Badia Polesine, Canaro, Fiesso Umbertiano, Castelguglielmo, Ariano nel Polesine, Villamarzana. E’ in previsione la costituzione di altri gruppi a Giacciano con Barucchella, Ficarolo e Stienta. Infine crediamo che l’Associazione, grazie al progetto, sia molto cresciuta in termini di collaborazione e di visibilità, riscontrate in occasione della festa della famiglia organizzata dall’amministrazione provinciale a Rosolina (19 e 20 maggio 2012). Infine, diverso materiale informativo relativo alle attività del progetto è stato stampato e divulgato in tutte le zone interessate e limitrofe.

Elementi di innovazione:
Sono stati coinvolti istituti scolastici, istituzioni e diverse associazioni di varie zone provinciali attivando una forma di interazione e favorendo la partecipazione attiva alla vita sociale. Sono sorte forme di solidarietà, sia spontanea sia organizzata all’interno della scuola. Attraverso la comunicazione di rete sono state sviluppate le potenzialità genitoriali anche portando le esperienze personali tra volontari.

Monitoraggio:
Somministrazione di questionari di gradimento agli studenti, ai genitori e alle associazioni coinvolte.
Report generato il 26/09/2021 alle ore 02:55:10 dalla banca dati di CSV Rovigo