Banca dati CSV

Banca Dati CSV Rovigo

Progetto finanziato

RISCATTIAMOCI INSIEME

Codice:PR07SOL436
Tipologia progetto:Progetti di solidarietà
Settore intervento:Tutela ambientale ed animale
Associazione:UOMO NATURA ANIMALI
Referente:Silvia Quaglio
Anno:2007
Anno avvio:2007
Anno conclusione:2009
Durata:
Scadenza prevista:2008-10-31
Bando:
Volontari coinvolti:3
Utenti finali:5
Costo preventivato:15.000,00 EURO
Costo ammesso:12.000,00 EURO
Finanziamento richiesto:12.000,00 EURO
Percentuale finanziamento:100.00 %
Finanziamento concesso:12.000,00 EURO
Finanziamento spettante:12.000,00 EURO
Prima rata:6.000,00 EURO
Data prima rata:2007-12-20
Data liquidazione:2009-02-20
Finanziamento totale:12.000,00 EURO
Costo totale consuntivo:15.435,20 EURO
Percentuale finanziamento consuntivo:77.74 %
Residui:0,00 EURO

Obiettivi:
- Riabilitazione di ragazzi affetti da patologie psichiche attraverso il contatto con gli animali. - Creare un?opportunit? reciproca sia per gli animali che per i ragazzi del Centro Lavoro Guidato di Canale, in particolare: 1. ai cani saranno garantite tutte le cure e le attenzioni necessarie per vivere in condizioni ottimali nel rifugio multizonale gestito dalla Lega nazionale per la difesa del cane 2. ai ragazzi ? concessa l'opportunit? di sviluppare le loro abilit? sociali, relazionali e cognitive. Attraverso l'esperienza del fare, del sentire i ragazzi acquisiscono abilit? pratiche che possono essere spendibili in campo lavorativo e allo stesso tempo permette loro il ritorno dell'immagine positiva di s?. - Creare opportunit? inclusive e contesti adatti a sviluppare capacit? relazionali e di apprendimento, ai fini dell'inserimento sociale e lavorativo. - Imparare a portare a termine un compito. - Acquisire abilit? sociali ovvero apprendere comportamenti i funzionie della situazione e del contesto.

Descrizione:
Il progetto ? nato dalla conoscenza del Centro di lavoro guidato di Canale di Villadose dove i ragazzi affetti da patologie psichiche vengono indirizzati per l?apprendimento di mestieri adatti alle loro attitudini. Diversi ragazzi hanno manifestato la volont? di stare a contatto con gli animali e da qui ? scaturita l?idea di insegnare loro ad alimentare e ad accudire cani e gatti ospiti del rifugio, nonch? ad occuparsi di quello che diverr? il parco all?interno del rifugio con la creazione di una vera e propria area boschiva. La nuova struttura rappresentata dal rifugio multizonale gestito dalla Lega Nazionale per la difesa del cane si rivela un?opportunit? di apprendimento ed inserimento lavorativo contro il rischio di emarginazione sociale. I ragazzi ospiti potranno imparare ad agire ed integrarsi in diverse mansioni con le quali sperimentare attitudini, autonomia e competenze. La struttura, accogliente ed attrezzata ai bisogni degli animali inseriti, capace di entrare profondamente nel concetto di rispetto verso tutte le forme di vita offerte dalla natura, siano essi cani anziani, istituzionalizzati da tanto tempo, piante o collaboratori partecipanti, spesso espressione di esperienze di vita travagliate,ha aperto una riflessione su come sia possibile trovare uno spazio anche per gli utenti, portatori di storie diverse ma con lo stesso comune denominatore: la sofferenza. La riabilitazione inizia con l?accoglienza dell?altro, accettazione incondizionata ed autentica, attraverso la quale il soggetto ha la possibilit? di liberare le proprie energie interiori. Le attivit? previste mirano innanzitutto alla conoscenza da parte degli utenti della struttura multizonale sia in termini organizzativi che del personale coinvolto per favorire l?orientamento, l?integrazione e l?apprendimento. Successivamente ad ogni utente verranno assegnati dei compiti in modo che sappiano in che fase collocarsi e che tipo di mansione svolgere affinando le competenze e le abilit?. Ad ogni utente sar? riconosciuta una borsa lavoro, comprensiva di assicurazione, pari ad un importo procapite di euro 8 giornalieri.

Elementi di innovazione:
L'elemento su cui si fonda il progetto ? l'accoglienza: reciproca fra utenti ed animali all'interno del rifugio, per entrambi da parte della societ?. L'intenzione ? affrancare entrambe le realt? dalle situazioni di emarginazione e sofferenza da cui provengono, per tendere all'integrazione e al riscatto sia personale che rivolto all'ambiente esterno.

Monitoraggio:
Ai fini di una corretta valutazione sull'andamento del progetto, verranno effettuate verifiche mensili congiuntamente con l?equipe del CLG e le associazioni di volontariato. In particolare verranno valutati: ? livello di abilita? raggiunto (in termini di svolgimento dei compiti assegnati) ? capacit? di tenuta del soggetto (in termini di costanza all?impegno, di rispetto delle regole e di capacit? relazionali) ? livello di autonomia raggiunta (in termini di assunzione di responsabilit
Report generato il 23/09/2020 alle ore 23:19:48 dalla banca dati di CSV Rovigo